Respiro come... cura

Voglio parlare un po’ di me stessa riguardo la parola “respiro”…

Mi è successo molte volte di provare momenti di agitazione e di ansia; il più delle volte cercavo persone con cui parlare e sfogarmi, ma non sempre ho trovato questa disponibilità. Qualcuno poi mi ha consigliato di provare a controllare il respiro.

Io non credevo che questo potesse fare bene, poi invece provando ho capito che funziona, eccome!

Ci sono stati nella mia vita momenti in cui queste sensazioni di agitazione si riproponevano, ne cito tre: quando giocavo a pallavolo e andavo in battuta, quindi un’azione che devi fare solo tu, in cui non c’è gioco di squadra; quando al lavoro mi trovavo a fare lavori che non avevo mai fatto, allora iniziavano a sudarmi le mani e avvertivo una brutta sensazione; infine la sera, quando ti trovi davvero sola con te stessa e affiorano alla mente mille preoccupazioni e mille pensieri.

In questi casi, ho capito che inspirare profondamente, trattenere il fiato per alcuni istanti e poi buttarlo fuori  mi aiuta molto. Concludo con una citazione di Marco Aurelio: “Il semplice inspirare l’aria e poi restituirla, ciò che facciamo ogni momento è analogo al restituire, là onde l’hai tratta originariamente, l’intera facoltà respiratoria che ieri o l’altro ieri hai acquisito al momento di nascere”.

Angela

Video di Delia in collaborazione con Jack Albrigoni

Anche Mara intraccia nel respiro una possibilità di guarigione e di riacquisizione di equilibrio:

Nel periodo di quarantena abbiamo avuto la possibilità di osservare noi stessi come fossimo di fronte ad uno specchio. Per troppo tempo abbiamo sacrificato la nostra gioia per navigare verso lidi che non appartengono alla nostra natura, ritmi che magari sostengono la società ma non sostengono noi stessi.

Adesso abbiamo la possibilità di ritrovare l’armonia del vivere, in ogni circostanza. Restare sereni il più possibile tiene alte le difese immunitarie oltretutto e questo ormai è chiaro anche ai medici. I brutti pensieri fanno respirare e vivere meno bene. Respiri felici possono pure portare amore/ vibrazioni d’amore profonde in cambio dell’energia che ci fornisce il cosmo. Rappresentano un’energia buona che si sparge nel mondo Il respiro è l’anima e la vita che scaturisce da dentro di noi.

Il respiro deve poterci sospendere per un attimo dal mondo e allo stesso tempo ricreare una connessione più profonda con esso.

Mara trova nello sport un’importante occasione di allenamento di mente e corpo, nel quale il respiro gioca un ruolo cruciale. Ecco un interessante articolo sulle tecniche di respiro associate allo sport, come se ogni sport avesse una tecnica di respiro più adatta a migliorare la nostra prestazione.

Vi riportiamo il link per andare a curiosare un po’: il respiro ti cambia la vita!

Tutti gli articoli

Respiro come nascita

Respiro, una parola che rappresenta l’inizio di una nuova vita.

Respiro come leggerezza

Il richiamo all’aria, all’ossigeno, ci rimanda a un senso di leggerezza.

Respiro come connessione

La capacità di connetterci ad una dimensione più grande di noi, come la natura.

Respiro come gioco

Giocare con le parole: acrostico della parola respiro.

Respiro come ultimo respiro, il morire

Il Respiro ci ha condotto anche all’altro capo dell’esistenza: la morte.

Respiro come cura

Il respiro apre le gabbie, possibilità di guarigione e riequilibrio.

Respiro come respiro d'amore

Respirare l’altro, respirare l’amore.

Breve o lungo il respiro è vita

Abbiate cura di credere alla bellezza della vostra vita.